Cerca
  • Daniele Fanella

Le sei categorie dei metodi di fusione di Photoshop

27: non ho iniziato a dare i numeri e nemmeno la mia età (anche se sembro molto più giovane dei miei anni - provate a dire il contrario). Ventisette sono i metodi di fusione che trovate in Photoshop che, per semplicità, possiamo raggruppare in sei macro categorie:

  1. normale;

  2. scurisci;

  3. schiarisci

  4. contrasta;

  5. compara;

  6. HSL.

Come si intuisce dal nome, i metodi di fusione miscelano i livelli tra loro, determinando risultati diversi, ampliati ulteriormente dall’uso dei cursori di opacità e riempimento. Chiariamo subito che si tratta di una modifica non distruttiva, quindi no panic.

In questo articolo tratterò la questione dal punto di vista dei livelli ma è possibile utilizzarli anche con i pennelli o altri strumenti.


Normale

Di questa categoria fanno parte i primi due metodi: normale e dissolvi. Entrambi, seppur con risultati diversi, non generano una vera e propria fusione.

  • Normale fa sì che tutto ciò che è in secondo piano resti nascosto, a meno che non agiamo sull’opacità che lo renderà semitrasparente.

  • Dissolvi crea un effetto puntinato (abbassando l'opacità della fusione) talmente brutto che probabilmente non lo userete mai.

Però Adobe non è sicuramente d’accordo con me.

Metodi di fusione di Photoshop: normale

Scurisci

Musica tetra in sottofondo, la sentite? No, perché non c’è nulla di spaventoso. In questo gruppo i pixel più chiari del livello su cui sono applicati spariscono mentre quelli più scuri si fondono con quelli sottostanti: in pratica il livello superiore scurisce quello sottostante.

Sono cinque i metodi di questo gruppo:

  • scurisci: confronta il livello in primo piano con quello sottostante. Tutto ciò che è più scuro dell’immagine sottostante viene mantenuto, tutto ciò che risulta più chiaro viene nascosto;

  • moltiplica: come potete intuire dal nome, questo metodo moltiplica il colore del livello di base con quello su cui è applicata la fusione. Il risultato è un colore più scuro (come quando ripassiamo più volte il tratto di un pennarello);

  • colore brucia: è più scuro del precedente. Modifica molto la saturazione dei colori che risultano bruciati, riduce le luci e aumenta il contrasto delle tonalità più scure;

  • brucia lineare: genera i risultati più scuri di tutta la categoria. È meno saturo di colore brucia ma tende a trasformare i colori più scuri in nero puro;

  • colore più scuro: tra il livello base e quello di fusione fa emergere in primo piano solo i pixel più scuri.

Metodi di fusione di Photoshop: scurisci

Schiarisci

Ora prendete ciò che ho scritto su e pensate esattamente al contrario, ed ecco i metodi di fusione di questa categoria: tutto ciò che è scuro nel livello di fusione sparisce e ciò che è più chiaro illuminerà i pixel sottostanti. Al contrario del gruppo precedente, il livello su schiarisce il livello sottostante. Anche questa famiglia è composta da cinque componenti:

  • schiarisci: è l’esatto opposto di scurisci. Il colore risultante è il più chiaro tra quello di base e la fusione. Le parti più scure vengono omesse mentre quelle più chiare vengono mantenute anche se risultano più leggere;

  • scolora: funziona come moltiplica, solo che i protagonisti sono i pixel chiari e non quelli scuri;

  • colore scherma: è più luminoso del precedente e genera un colore intenso, con alto contrasto e luci soffuse;

  • scherma lineare (aggiungi): aumenta la luminosità del colore di base e tende a trasformare tutte le tonalità chiare in bianco. Schiarisce più di qualsiasi altra componente della sua categoria;

  • colore più chiaro: tra il livello base e quello di fusione fa emergere in primo piano solo i pixel più chiari.

Metodi di fusione di Photoshop: schiarisci

Contrasta

Un mix tra i due gruppi precedenti, in cui c’è un forte aumento del contrasto dato dalla contemporanea azione di scurire e schiarire. In generale si usano metodi per schiarire se i pixel della fusione sono più chiari del grigio neutro (50%) e un metodo per scurire in caso contrario. Se vi state chiedendo perché il grigio al 50%, la risposta è molto semplice: viene considerato come punto di partenza al sopra del quale si illumina, mentre sotto si scurisce. Questa categoria è composta da sette componenti:

  • sovrapponi: combina moltiplica e scolora a seconda del colore di base: il primo per i pixel più scuri del grigio al 50% ed il secondo per i pixel più chiari del grigio al 50%;

  • luce soffusa: combina scurisci e schiarisci: il primo per i pixel più scuri e il secondo per quelli più chiari del grigio 50%;

  • luce intensa: è simile a sovrapponi (si basa su moltiplica e scolora) solo che il risultato è “scolorito” o con maggiori ombre sull’immagine;

  • luce vivida: si basa su brucia e scherma: il primo si applica se il colore di fusione è più scarso del grigio 50% e il secondo se è più chiaro;

  • luce lineare: qui si combinano brucia lineare e scherma lineare e il risultato sarà un’immagine molto illuminata con i valori scuri accentuati per la presenza di brucia lineare;

  • luce puntiforme: combina schiarisci (per i pixel più chiari) e scurisci (per i pixel più scuri);

  • sovrapponi colori: è esagerato nello scurire e nello schiarire. Genera una sorta di effetto poster in cui si perdono i dettagli e i colori sono sempre nero, bianco e uno dei sei colori primari. Si può ottenere qualcosa di gradevole agendo sul riempimento e non sull’opacità.

Metodi di fusione di Photoshop: contrasta

Compara

Questi quattro metodi annullano o invertono i colori a seconda del livello sottostante;

  • differenza: il risultato è dato dalla differenza tra i pixel del livello di base e la fusione, a patto che la fusione non sia con il nero che non genera alcun risultato;

  • esclusione: è simile a differenza, anche per il nero. Qui, però, il contrasto è più leggero;

  • sottrai: genera un colore scuro poiché sottrae la luminosità del livello di base;

  • dividi: più il livello di fusione è scuro, più il risultato sarà chiaro.

Metodi di fusione di Photoshop: compara

HSL o del colore

Sono gli ultimi quattro metodi di fusione: combinazioni della tonalità, della saturazione e della luminosità per creare la fusione con il livello sottostante:

  • tonalità: il risultato ha luminosità e saturazione del livello base, ma tonalità della fusione;

  • saturazione: il risultato avrà la luminosità e la tonalità del livello base, ma la saturazione della fusione;

  • colore: il risultato ha del livello base solo la luminosità, mentre saturazione e tonalità sono della fusione;

  • luminosità: il risultato avrà tonalità e saturazione del livello base, ma la luminosità della fusione.

Metodi di fusione di Photoshop: HSL

BONUS: le eccezioni


Dei ventisette metodi di fusione, ne esistono otto che generano un risultato diverso quando si agisce sul riempimento invece che sull’opacità; è importante saperlo perché, in un certo senso, vengono ampliate le capacità dei metodi di fusione, oltre a determinare dei risultati esteticamente migliori. Gli otto metodi sono:

  1. colore brucia;

  2. brucia lineare;

  3. colore scherma;

  4. scherma lineare (aggiungi);

  5. luce vivida;

  6. luce lineare;

  7. sovrapponi colori;

  8. differenza.


BONUS 2: Il metodo di fusione attraversa


Noto come il ventottesimo metodo di fusione, attraversa viene generato quando operiamo con un gruppo di livelli. In questo caso dovrà essere identificato sia il metodo di fusione del gruppo, sia quello dei singoli livelli.


Eccoci giunti alla fine di questo lunghissimo articolo ma i metodi di fusione di Photoshop sono davvero tanti. Ora mi riposo un po'. Ci vediamo al prossimo articolo.


Colonna sonora: Possibili scenari (Cesare Cremonini)

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

Pesce Comunica: una nuova agenzia che si occupa di brand e corporate identity, graphic e web design, naming, pubblicità e marketing, social media marketing, organizzazione eventi, copywriting, comunicazione e produzione contenuti

Pesce Comunica S.R.L.S.

Sede Legale: via Antonio Vivaldi, 15

Sede Amministrativa: via Diaz, 28

04018 Sezze (LT)

P.I. 03020180596

info@pescecomunica.com

pescecomunica@legalmail.it

+39 328 7197592

+39 327 2965173

+ 39 0773 806572