Cerca
  • Paola Bernasconi

Social: esserci o non esserci? Questo è il problema

“Se avete un’attività scegliete i social dove essere presenti con coerenza: non è necessario esserci a prescindere”: così scrivevo nel post della settimana scorsa. E, in questa autocitazione, oggi ci chiediamo: esserci o non esserci?

Diamo una risposta subito senza tergiversare: per la Pesce la risposta è no, non occorre essere sempre sui social. Molto dipende dal tuo pubblico, da chi vuoi raggiungere e da chi vuoi che ti segua. Se ad esempio ti occupi di produrre altoforni (per Wikipedia: tipo di impianto utilizzato nell’industria siderurgica per produrre ghisa partendo dal minerale ferroso) perché dovresti stare su Instagram o su Facebook? Perché no.

E Lush? E Unicredit? Perché è questa la domanda di oggi e che avevamo anticipato. Per loro è un’altra storia.


Lush

Lush, il brand dei cosmetici freschi e fatti a mano, 100% vegetariani e totalmente cruelty-free, ha avvisato che gli account Instagram, Twitter e Facebook di LushUk verranno disattivati.


I social media rendono sempre più difficile parlare tra noi in maniera diretta. Siamo stanchi di combattere contro gli algoritmi e non vogliamo pagare per comparire nel newsfeed. Abbiamo deciso di dire addio ad alcuni dei nostri canali social e tornare alla conversazione privata. […] Siamo una comunità, lo siamo da sempre. Siamo certi di poter fare rumore con le nostre voci, perché è così che si crea un cambiamento, che si sfidano le regole. Vogliamo che l’idea di social sia legata al concetto di passione, piuttosto che di like […] Non è la fine, è solo l’inizio di qualcosa di nuovo.


L’obiettivo? Tornare ad un rapporto diretto tramite telefono, chat e e-mail direttamente dal sito web dell’azienda. È la customer care ad essere migliorata e implementata.

L’altro obiettivo? L’hashtag aziendale #LushCommunity, lanciato dal brand, segna una strategia user generated content che, appunto, riporta i contenuti agli utenti.


L'annuncio su Instagram di Lush Uk

Unicredit

Valorizzare i canali digitali proprietari per garantire un dialogo riservato e di alta qualità.


Questo l’annuncio sulla pagina social aziendale che annuncia, dal 1 giugno, l’uscita dalla piattaforma Facebook, Messenger e Instagram (restando su LinkedIn e Twitter) che sarà man mano estesa in tutti i Paesi in cui è presente il gruppo.


L’obiettivo? Tornare al proprio sito web, e-mail e telefono e alla propria customer care (come Lush).

L’altro obiettivo? Sganciarsi da un gruppo, quello di Zuckerberg, che non rassicura l’azienda dal punto di vista del trattamento dei dati (per motivi etici e reputazionali in pratica).


L'annuncio di Unicredit su Facebook

Quindi: esserci o non esserci?

Esserci se è coerente. Esserci con coerenza.


Lush e Unicredit si sganciano da piattaforme esterne per tornare al proprio.

Il rischio? Non potendo impedire che i clienti parlino sui social, non potranno più rispondere agli scontenti e agli haters che si lamenteranno on line. Un rischio calcolato ma contro il quale dovranno essere capaci di ribattere con una customer care davvero imponente e attiva.

Il vantaggio? Non andare semplicemente controcorrente ma applicare una strategia di comunicazione e marketing coerente con la filosofia aziendale.

Perché? Perché Lush e Unicredit sono grandi aziende che ora possono calcolare quel rischio e lavorare per quel vantaggio.


Un piccolo brand potrebbe farlo meno. È un po’ come quando la band del tuo quartiere “si scioglie” e ne fa un annuncio come se si stessero sciogliendo i Led Zeppelin. Che la Pesce Comunica esca dal social importerebbe a pochi ora e avrebbe poco senso. Siamo qui, ci siamo buttati nel mare della comunicazione ed è coerente esserci. Ci rivolgiamo a un pubblico puntando a pertinenza e credibilità: non bersagliamo un target (come ha detto Paolo Iabichino durante il suo intervento a Play Copy 2019 e che abbiamo apprezzato molto). L’importante è essere fedeli alla propria filosofia aziendale. Vedremo Lush e Unicredit come se la caveranno; vederemo se altri li seguiranno. La Pesce Comunica è curiosa.


Colonna sonora: discografia random di Elisa che ci ispira sempre.

29 visualizzazioni
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

Pesce Comunica: una nuova agenzia che si occupa di brand e corporate identity, graphic e web design, naming, pubblicità e marketing, social media marketing, organizzazione eventi, copywriting, comunicazione e produzione contenuti

Pesce Comunica S.R.L.S.

Sede Legale: via Antonio Vivaldi, 15

Sede Amministrativa: via Diaz, 28

04018 Sezze (LT)

P.I. 03020180596

info@pescecomunica.com

pescecomunica@legalmail.it

+39 328 7197592

+39 327 2965173

+ 39 0773 806572